Per garantire la sicurezza e la funzionalità di edifici e infrastrutture è fondamentale tenere in considerazione diversi parametri che possono essere dinamici, come vibrazioni e accelerazione, o statici, come lo spostamento statico e l’inclinazione.

In particolare, in fase di progettazione un corretto utilizzo dell’inclinazione permette di distribuire i carichi in modo uniforme nelle strutture, migliorando in questo modo la loro resistenza agli agenti atmosferici, agli eventi sismici o a improvvisi assestamenti del terreno che altrimenti rischierebbero di influenzare negativamente la loro stabilità. L’utilizzo di dispositivi e di sistemi specifici per il monitoraggio dell’inclinazione rappresenta quindi un investimento imprescindibile per la creazione di edifici civili e industriali più sicuri e durevoli nel tempo.

inclinazione

Diversi modelli di inclinometro per la sicurezza strutturale

L’inclinometro è un dispositivo utilizzato per calcolare l’angolo di inclinazione di una struttura rispetto a un piano di riferimento. Esistono diversi modelli che, grazie alle loro specifiche caratteristiche tecniche, trovano applicazione in diversi contesti.

Gli inclinometri fissi da parete, progettati per il monitoraggio strutturale di edifici civili e industriali, controllano le strutture soggette a rotazioni angolari. Il modello IN920 si serve di un sensore elettrico e, se montato su un’apposita barra di metallo, può diventare un inclinometro a barra. Il modello IN921 è dotato di un sensore servoaccelerometrico o a tecnologia MEMS, mentre il modello IN922 è composto da un sensore a effetto Hall.

Il sistema inclinometrico IN915 progettato da Sim Strumenti permette, invece, di monitorare con precisione le variazioni di inclinazione che possono verificarsi in rilevati o nelle fondazioni degli edifici in seguito ad assestamenti o cedimenti. Questo sistema è composto da una sonda inclinometrica in acciaio INOX che può ospitare uno o due sensori ed è costituita da due carrelli porta-ruote e da una parte centrale in cui si trova il sensore. Il sistema presenta, inoltre, un cavo elettrico di collegamento con una speciale anima in kevlar che garantisce affidabilità e precisione nel posizionamento in quota. Grazie ai software INCLAB Manager e INCLAB Processing è possibile rilevare in modo automatico le misure alla distanza desiderata.

pendolo diritto

Altri strumenti per il monitoraggio dell’inclinazione

Oltre agli inclinometri, esistono anche altri dispositivi specifici che consentono di effettuare precisi controlli sull’inclinazione di una struttura.

L’elettrolivella, dotata di un sensore servoaccelerometrico o elettrolitico, rileva le rotazioni angolari delle strutture ed è fornita con apposite barre che ne consentono il fissaggio orizzontale a pavimento o verticale a parete. L’elettrolivella di Sim Strumenti è disponibile in versione monoassiale o biassiale e il suo sensore può essere montato lungo l’asse della barra o in modo perpendicolare rispetto alla stessa.

Il pendolo dritto si basa sul principio del filo a piombo ed è costituito da una vasca di smorzamento, da una zavorra, da un’asta e da un ancoraggio. Le misure sono rilevate da sensori induttivi o a laser disposti ortogonalmente all’interno della vasca di smorzamento. Invece, il pendolo rovescio, che è costruito sul medesimo principio, è indicato per il controllo di una struttura rispetto a un punto profondo e fisso nel terreno in cui è posizionato il punto di ancoraggio.