La gestione di infrastrutture, come strade, ponti, viadotti, gallerie o altre reti di comunicazione, indica l’insieme delle attività e delle pratiche messe in atto per garantirne il corretto funzionamento, la sicurezza e l’efficienza fisica. Per fare questo è innanzitutto necessario stabilire accuratamente una strategia di monitoraggio che preveda interventi periodici di manutenzione preventiva o di manutenzione correttiva per riparare o sostituire componenti danneggiati delle stesse infrastrutture.

È possibile ottimizzare tutti questi interventi solo se si utilizzano le giuste tecnologie e i giusti strumenti, come i sistemi completi progettati da Sim Strumenti. Grazie alle misurazioni effettuate da questi sistemi e registrate da specifiche unità di acquisizione dati, è, infatti, possibile monitorare eventuali cedimenti di terreni, frane, variazioni delle pressioni esercitate sulle strutture o del livello dei corsi d’acqua.

Sistemi per misurare i cedimenti del terreno

Il sistema PROFILAB consente di monitorare con estrema precisione eventuali cedimenti verticali che si possono verificare in terrapieni, rilevati o fondazioni. Il sensore di riferimento, fatto scorrere all’interno di un tubo di polietilene e fermato a ogni metro, rileva il livello del liquido che agisce sulla membrana sensibile e calcola la differenza di quota tra la tazza di riferimento e la sonda. Queste misure sono registrate dalla centralina di acquisizione dati PROFILAB.

Per monitorare i cedimenti orizzontali è, invece, necessario ricorrere a uno strumento come l’inclinometro fisso di profondità. Grazie alle sue caratteristiche tecniche e ai suoi sensori elettronici o a effetto Hall, questo strumento misura le variazioni di posizione che si verificano in versanti in movimento e in zone soggette a continuo rischio di frane. Per gestire la sicurezza di persone e infrastrutture in aree franose è possibile ricorrere anche al sistema di allerta frana (ALF); alimentato a batteria e dotato di un pannello fotovoltaico, questo sistema automatico garantisce una rapida risposta in contesti di monitoraggio dei movimenti franosi grazie a un segnale di allarme che può attivare segnali sonori o luminosi, oppure può essere inviato tramite SMS o attraverso dispositivi remoti, via radio e via modem.

Controllare acqua e pressione per preservare le infrastrutture

Anche il monitoraggio del livello dei corsi d’acqua è importante in un’ottica di gestione delle infrastrutture. Per ottimizzare questi controlli, si può ricorrere al sistema ALIN, uno strumento dotato di un sensore di livello a ultra suoni collegato a un’unità di acquisizione dati che li memorizza e gestisce le soglie di allarme. Questo sistema permette, quindi, di inviare allarmi locali o tramite SMS nel caso in cui il livello delle acque superi una determinata soglia critica.

Il sistema PR330, invece, è un martinetto piatto progettato per eseguire misure meccaniche di tipo non distruttivo sulle murature. In questo modo riesce a monitorare lo stato di sollecitazione presente in queste strutture e determinare le loro caratteristiche di deformabilità. Questo sistema, disponibile in un modello automatico e in un modello meccanico, può essere lasciato all’interno delle murature durante i lavori di restauro.

Tutti i sistemi completi progettati da Sim Strumenti sono dotati di un certificato di collaudo e garantiscono la massima affidabilità, efficienza e qualità nel lungo periodo.